Bio Vitalhotel

La storia di successo di una delle idee più innovative e all’avanguardia, vale a dire un modo di “viaggiare sostenibile” di un Bio e ClimaHotel, iniziò 5 anni fa, quando per la prima volta il theiner’s garten aprì le sue porte.

Dopo anni di lavoro di concetto e solo un anno di costruzione, il primo, certificato ClimaHotel, immerso nella più vasta area di frutticoltura d’Europa, è lieto di dare il benvenuto ai suoi ospiti, con la sua particolare sensibilità nei confronti della tutela ambientale. Questa storia di successo ha avuto inizio oltre 30 anni fa, quando la Famiglia Theiner convertì il Bergerhof, sul cui terreno è stato edificato il theiner’s garten, all’agricoltura biodinamica. Pochi anni dopo, la famiglia intraprese anche la strada nel settore del commercio biologico – sia all’ingrosso che al dettaglio – e ancora oggi gestisce a Bressanone il negozio Pro Natura. Fu durante questo periodo che crebbe sempre di più il desiderio di introdurre anche nell’ambito del turismo i vantaggi di uno stile di vita biologico, ecologico e sostenibile, fino a che alla fine tale concetto divenne realtà. Il risultato? Una costruzione in legno all’avanguardia creata esclusivamente con legname locale, in cui, nonostante la grandezza e la complessità, non sono assolutamente presenti colle e cementi chimici. Inoltre, ben isolata acusticamente e del tutto priva di sostanze nocive. Si tratta di un nuovo modo di intendere la vacanza, “che non solo sa valorizzare gli ospiti amanti del biologico, ma che ci consente sempre di creare entusiasmo nei nuovi clienti, di far scoprire loro il mondo dello stile di vita biologico in un modo innovativo e di superare pregiudizi”, sostiene la Famiglia Theiner.

  

La storia della costruzione:

2004
La Famiglia Theiner inizia con la progettazione, le ricerche, il rodaggio e lo studio della costruzione ecologica

2007
A dicembre, la Famiglia Theiner ottiene finalmente la concessione ufficiale tanto attesa e la fase di costruzione ha inizio.

Gennaio 2008
Nonostante l’inverno, lo scavo procede rapidamente. Durante questa fase vengono alla luce resti di un insediamento dell’antica popolazione dei Reti (ca. 1.500 a.C.). Con molta probabilità si trattava di resti di una cantina, in quanto i Reti oltre 3.000 anni fa praticavano in questa zona la viticoltura. Fino al 1958 su questa proprietà è stato coltivato il vino. Coprendo i balconi delle camere con le viti proseguiamo con questa tradizione antica 3.500 anni.

Febbraio 2008
Linee elettriche e centrale elettrica: le linee elettriche principali vengono installate nel terreno, la centrale elettrica è posizionata all’esterno e schermata con una gabbia di Faraday per proteggere l’hotel dall’inquinamento elettromagnetico.

Marzo 2008 
Le gru vengono posizionate e gli effettivi lavori di costruzione hanno inizio.

Aprile 2008 Le fondamenta e il piano interrato sono creati nel sistema costruttivo massiccio in calcestruzzo, in quanto alla fine dovranno sostenere ancora cinque piani.

Maggio 2008
Legno per le pareti Soligno: nel frattempo, in inverno, l’azienda Reinverbund ha montato e ben essiccato il legno per le pareti Soligno durante la luna favorevole nei boschi locali. Nella sua attività in Val Venosta, adesso questo legno viene assemblato in un nuovo procedimento senza colla e composti del ferro alle pareti delle ali delle nostre camere

Luglio 2008 
Basamento e scale: il basamento e le scale sono pronti, in modo tale da poter iniziare con la costruzione in legno. Vengono consegnate le pareti finite e il sistema a tavole impilate inchiodate.

Agosto 2008
Installazione delle camere: mentre i falegnami costruiscono una camera dopo l’altra (20 camere sono già pronte), gli elettrici e gli idraulici preparano tutte le tubature. La piscina viene costruita in acciaio inox, in quanto in tal modo si evitano materiali di tenuta contenenti PVC.

Settembre 2008
L’ala delle camere progredisce: i carpentieri hanno quasi terminato l’ala orientale delle camere. Nell’ala ovest manca ancora un piano. Ce la faremo a celebrare la festa per la copertura del tetto entro settembre? Riscaldamento a parete: adesso si procede ai piani inferiori come un alveare. I riscaldamenti a parete, che anche raffreddano le camere in estate, vengono installati. Con questo sistema non è necessario un impianto di condizionamento dell’aria convenzionale. La parete viene intonacata con materiale argilloso ecologico.

Ottobre 2008:

Il 10 di ottobre si svolge la festa per il completamento del grezzo fino al tetto!

Novembre 2008
Pavimenti: i lavori di costruzione stanno procedendo bene, il time table viene rigorosamente rispettato! Il sistema di riscaldamento a pavimento è definito, l’isolamento e le gettate sono effettuate in modo tempestivo. Ma non tutto va liscio: nella sala relax della piscina al coperto il riscaldamento a pavimento era stato installato troppo in basso. Quindi, si è dovuto, nel corso di un processo impegnativo, sollevare il sistema di tubazione e collocarci sotto la gettata necessaria.
Le prime camere sono quasi finite: adesso possiamo presentare le nostre camere “quasi” pronte. Ancora non è sicuro se il muro in argilla sarà ridipinto. Le lenzuola e i divani sono ancora da acquistare. Il resto irradia naturalezza e comfort. L’odore del legno è piacevole e la fantastica vista dal balcone su tutta la Valle dell’Adige meravigliosa. Il bagno è spazioso ed elegantemente arredato.

Dicembre 2008
I pavimenti sono cementati, le finestre installate. Adesso i piastrellisti sono al lavoro e vengono applicate le rispettive piastrelle in cucina come in tutto l’hotel. Il coordinamento degli artigiani si svolge quasi senza intoppi. Sono assegnati gli ultimi lavori di carpenteria, in modo tale da poter pensare all’arredamento. Vengono reclutati i primi collaboratori e la loro esperienza messa a disposizione dell’azienda.

Gennaio 2009
L’hotel sta prendendo forma: dopo la forte nevicata del mese di dicembre, gli artigiani sono riusciti a terminare la facciata esterna sotto la direzione dell’azienda Rubner. Fatta eccezione per l’allestimento esterno dell’area giardino, tutto è a posto. L’hotel riscuote particolare successo: le prime due settimane di apertura, in particolare la settimana dal 29 marzo, sono quasi al completo.
I lavori stanno procedendo a pieno ritmo. Tutte le imprese coinvolte sono molto attente a rispettare le scadenze. Il completamento dei lavori è previsto per gli inizi di marzo. Nel frattempo il team di collaboratori è quasi completamente definito. Ad oggi abbiamo posto un’altra pietra miliare nella giovane storia del theiner’s garten. La settimana dal 29 marzo è al completo, nella settimana dal 21 marzo sono disponibili ancora poche camere.

Febbraio 2009
Fine dei lavori! I lavori di costruzione sono terminati, la gru viene smontata. Adesso ci concentriamo sulle numerose finesse nell’ambito dell’allestimento, dell’arredamento e – se il tempo lo permette – del design esterno, come il giardino, la costruzione del parco giochi per i bambini e la definizione dell’area con il laghetto.

Marzo 2009 Il 21 marzo il theiner’s garten apre le sue porte!
Il theiner’s garten ha brillantemente superato il suo battesimo del fuoco e nelle prime settimane è già tutto al completo.

Torna sù

Vacanza express






OK
MORE INFO